Vai al contenuto principale

Il nostro lavoro

Sistemi terrestri

Il modo in cui gestiamo i sistemi territoriali plasma i nostri sistemi energetici e climatici e determina la nostra capacità di soddisfare le esigenze di una popolazione in crescita.

La terra può essere un enorme fattore di stimolo o un ostacolo nei nostri sforzi per trasformare i sistemi energetici e affrontare i cambiamenti climatici, a seconda di come gestiamo le richieste concorrenti per questa risorsa limitata.

Le ultime novità sui sistemi terrestri

iscriviti oggi per ricevere i contenuti più recenti dagli esperti di CATF .

Il nostro obiettivo

Perseguire l'uso più efficace delle limitate risorse terrestri per mitigare il cambiamento climatico, consentire la trasformazione del sistema energetico e sostenere i mezzi di sussistenza in tutto il mondo.

La terra è l'unico settore che è sia un pozzo che una fonte di emissioni di gas serra.

I sistemi terrestri rimuovono il carbonio dall'atmosfera attraverso la crescita delle piante, il che significa che proteggere ed espandere questa risorsa naturale è importante per controbilanciare le emissioni di gas serra e guadagnare tempo per la diffusione delle tecnologie e la trasformazione del sistema energetico. I sistemi terrestri producono emissioni anche attraverso attività come l'agricoltura e la silvicoltura, che sono responsabili di circa il 18% delle emissioni globali di gas serra; è quindi fondamentale promuovere politiche per ridurre le emissioni globali del settore terrestre per raggiungere i nostri obiettivi climatici.

I sistemi territoriali servono anche come base per le grandi infrastrutture che dobbiamo costruire per facilitare la transizione verso l'energia pulita.Stabilire quante infrastrutture sono necessarie e dove e come localizzarle per ridurre al minimo gli impatti della dispersione energetica è essenziale per ottenere il sostegno sociale alla realizzazione delle infrastrutture. In questo modo, una progettazione e uno sviluppo intelligenti del territorio possono massimizzare i benefici locali dell'espansione dei sistemi energetici, considerando sia i valori della comunità sia la funzione dell'ecosistema. 

CATF combina analisi, promozione delle politiche e comunicazione per comprendere i compromessi e le sinergie tra gli usi del suolo in competizione tra loro e per promuovere politiche e pratiche in grado di mitigare al meglio i cambiamenti climatici, sostenendo al contempo i mezzi di sussistenza in tutto il mondo.

Cosa intendiamo per sistemi territoriali

Il termine "sistemi terrestri" si riferisce alla componente terrestre del sistema Terra e comprende:

  • gli usi umani del territorio e il loro impatto sulla produzione di risorse (cibo, energia e materiali),
  • cicli globali (carbonio, acqua, nutrienti), e
  • valori socio-economici e culturali (valore della terra, diritti fondiari e identità della comunità).

Il nostro impatto nei sistemi territoriali

Il problema

Il modo in cui gestiamo le richieste concorrenti di terreno può facilitare la trasformazione del sistema energetico e contribuire a mitigare i cambiamenti climatici, ma gli approcci e le risorse attuali non sono all'altezza della scala e della complessità della sfida dei sistemi territoriali.

  • Il paradigma dominante presuppone che ci sia abbastanza terra per tutto e non riconosce i vincoli fondiari e i valori fondiari esistenti. non riconosce i vincoli fondiari e i valori dei terreni esistenti.
  • Le decisioni vengono spesso prese come scelte "o" o "o", e ci sono poche opportunità di fare i conti con i compromessi o di realizzare sinergie tra gli usi del territorio a livello geografico.
  • La maggior parte delle decisioni sull'allocazione dei terreni viene valutata a scale spaziali ridotte, il che limita la nostra capacità di progettare le soluzioni infrastrutturali più efficienti dal punto di vista territoriale o di perseguire la gestione del carbonio negli ecosistemi a scala di paesaggio.
  • Gli strumenti di analisi e di decisione spesso trattano i sistemi territoriali come statici e raramente tengono conto della natura dinamica dei paesaggi in presenza di cambiamenti climatici e demografici.

Ambito di lavoro

CATFIl programma Sistemi terrestri è progettato per:

  • Comprendere la natura accoppiata dei sistemi terra-energia-clima e la necessità di un approccio sistemico alla tecnologia, alla politica e alla gestione.
  • Sollevare la questione della crescente competizione per la terra di fronte al cambiamento climatico, alla crescita demografica ed energetica e allo sviluppo economico per promuovere la pianificazione territoriale regionale.
  • Proteggere e potenziare i pozzi di carbonio degli ecosistemi globali per evitare il superamento dei punti critici, coprire i rischi e preservare lo spazio di opportunità per la trasformazione del sistema energetico.
  • Promuovere l 'innovazione e le sinergie nei paesaggi multifunzionali per ridurre l'impatto energetico e aumentare i co-benefici.

Progetti in corso

Guarda su cosa stiamo lavorando

Rimozione del carbonio basata sugli ecosistemi

Siamo pionieri nell'analisi e nella difesa delle politiche per garantire la trasparenza e la responsabilità dell'uso delle compensazioni di carbonio basate sulla natura e degli approcci ad alta intensità di terra per l'eliminazione del carbonio, esplorando al contempo mezzi alternativi per proteggere e migliorare gli importanti pozzi di carbonio terrestri.

Per saperne di più.

Bioenergia vantaggiosa per il clima

Stiamo lavorando per garantire che la bioenergia sia benefica per il clima e compatibile con la produzione alimentare, migliorando le valutazioni del ciclo di vita della bioenergia, promuovendo innovazioni agricole per l'alimentazione e l'energia, sviluppando salvaguardie per l'utilizzo della biomassa e promuovendo sistemi di tracciabilità per le catene di approvvigionamento della biomassa per migliorare la trasparenza e la responsabilità.

Distribuzione di energia pulita intelligente sul territorio

Stiamo promuovendo la pianificazione energetica su scala paesaggistica per mappare e negoziare i compromessi per i diversi percorsi di transizione energetica, promuovendo l'innovazione energetica intelligente del territorio e la diffusione delle infrastrutture e migliorando le opportunità socio-economiche nei luoghi di localizzazione.