Vai al contenuto principale

CATF e Earthworks pubblicano il rapporto sull'ozono rurale: "Vita di campagna, aria sporca"

12 luglio 2018

Questo è il risultato principale di un nuovo rapporto pubblicato oggi da Clean Air Task Force (CATF) e Earthworks.

"Vita di campagna, aria sporca: Inquinamento da petrolio e gas nell'America rurale" si basa su due precedenti rapporti di CATF - Respiro affannoso (2016) e Fumi fossili (2017) - e sulla mappa della minaccia del petrolio e del gas di Earthworks e dimostra come, anche nelle aree scarsamente popolate dell'Ovest e del Midwest, si possano osservare impatti significativi sulla salute.

"In passato abbiamo quantificato l'impatto sulla salute dell'ozono e dell'inquinamento atmosferico tossico utilizzando dati e modelli, e abbiamo scoperto che l'inquinamento atmosferico da petrolio e gas ha portato a un aumento degli attacchi d'asma e a un maggiore rischio di cancro", ha dichiarato Lesley Fleischman, analista tecnico di CATF e autore principale di Country Living, Dirty Air. "Ora, questo rapporto racconta le storie delle persone che vivono quotidianamente con questo inquinamento atmosferico".

"Quando pensiamo all'aria tossica, di solito pensiamo alle città", ha dichiarato la direttrice politica di Earthworks Lauren Pagel. E ha continuato: "Grazie all'inquinamento dell'industria petrolifera e del gas, dobbiamo ripensarci. Queste sei famiglie e le persone che vivono nelle aree rurali colpite dal petrolio e dal gas in tutti gli Stati Uniti lo chiedono".

Nel rapporto sono presenti le seguenti comunità:

  • Nella contea di Karnes, in Texas, parte della formazione Eagle Ford Shale, un residente di lunga data ha notato un'enorme differenza nell'aria dall'inizio del boom di Eagle Ford nel 2011. Dopo il boom, ha sviluppato molti sintomi comuni dovuti all'inquinamento da COV e smog, tra cui problemi ai seni nasali,
    mal di testa e affaticamento.
  • Nella contea di San Juan, in New Mexico, gli impatti sulla salute dell'inquinamento prodotto dalle infrastrutture per lo sviluppo del petrolio e del gas - il più alto del Paese - sono collegati dagli esperti di salute pubblica a un aumento dell'asma infantile e delle visite al pronto soccorso per le patologie respiratorie.
  • Da quando l'estrazione di gas non convenzionale è arrivata nella contea di Uintah, nello Utah, le comunità hanno segnalato un peggioramento delle condizioni dell'aria e tendenze allarmanti nella salute pubblica locale, soprattutto durante le inversioni invernali. Uno studio del Dipartimento per la Qualità dell'Ambiente dello Utah ha rilevato che le fonti legate al petrolio e al gas sono responsabili della maggior parte delle emissioni che causano l'ozono.
  • La porta di casa di un residente di lunga data della contea di Washington, in Pennsylvania, si trova a meno di 500 piedi da un pozzo di fratturazione denominato Mad Dog
    2020, e la sua salute è ora una delle principali preoccupazioni. Le emissioni gassose provenienti dalla piazzola del pozzo Mad Dog hanno causato i peggiori problemi respiratori che abbia mai sperimentato e sono state recentemente confermate dalle telecamere a infrarossi come "emissioni preoccupanti".
  • Nella Contea di Noble, in Ohio, la produzione di petrolio e gas si è espansa di 50 volte negli ultimi 10 anni, tanto che, secondo l'EPA dell'Ohio, i livelli di COV nocivi come il benzene e il toluene sono ora così alti che la qualità dell'aria della Contea di Noble è "superiore a quella del centro di Chicago". L'inquinamento ha costretto una coppia di malati cronici a vendere la loro idilliaca fattoria di lunga data e a ritirarsi in una baita sulle Smoky Mountains del Tennessee.
  • Con il boom dello sviluppo di petrolio e gas nel Bacino Permiano del Texas occidentale, ora la prima regione produttrice di petrolio negli Stati Uniti, l'inquinamento da COV è aumentato di oltre 6 volte e le emissioni di benzene sono aumentate di oltre 68 volte dal 2011. Nel giardino di una coppia che vive nella contea di Reeves, un pozzo reca un cartello: "Attenzione, gas velenoso". Ma in Texas non esistono regole statali per controllare l'inquinamento da metano da petrolio e gas e probabilmente non ne esisteranno in futuro.

"Questo rapporto conferma ciò che molti dei miei elettori già sanno: L'inquinamento atmosferico non è limitato ai centri urbani densamente popolati. È fondamentale monitorare e studiare gli impatti sulla salute legati all'esposizione ambientale dei texani delle aree rurali e dare priorità alla loro salute e sicurezza come a quella delle loro controparti urbane. Inoltre, l'implementazione di metodi per ridurre al minimo le emissioni di metano è una strategia importante per evitare il cambiamento climatico e proteggere l'ambiente e la salute della comunità", ha dichiarato la senatrice dello Stato del Texas Judith Zaffirini.

"Quando immaginiamo le nostre comunità rurali, pensiamo a cieli limpidi, pascoli aperti e alla possibilità di respirare aria pulita e sana. Purtroppo, l'aumento delle trivellazioni per l'estrazione di petrolio e gas ha lasciato i nostri cittadini rurali alle prese con la stessa scarsa qualità dell'aria che abbiamo visto nelle grandi città. Conosciamo gli effetti di una cattiva qualità dell'aria: aumento dell'asma, delle malattie cardiache, del rischio di cancro e altro ancora", ha dichiarato Kelly Kuhns, membro dell'Alliance of Nurses for Healthy Environments. "È giunto il momento che i politici mettano da parte le convinzioni di parte e mettano al primo posto la salute pubblica. Dobbiamo rafforzare le norme di buon senso per limitare l'inquinamento da metano e COV: non si tratta più solo di ambiente, ma della salute della nostra nazione", ha aggiunto Kuhns.

È noto da tempo che sono disponibili molte tecnologie e pratiche a basso costo per ridurre l'inquinamento atmosferico dell'industria petrolifera e del gas. Ma nonostante la disponibilità di queste soluzioni, non si può fare affidamento sulla maggior parte degli operatori del settore petrolifero e del gas per ridurre volontariamente le loro emissioni. Ciò che serve sono norme di salvaguardia governative applicabili per proteggere la salute pubblica e l'ambiente. Questi standard devono imporre all'industria di trovare e riparare le perdite, eliminare o ridurre al minimo lo sfiato delle apparecchiature, catturare il gas fuggitivo e ridurre al minimo il flaring.

"Come primo passo, dobbiamo difendere le attuali misure federali di salvaguardia contro l'inquinamento da metano, finalizzate durante l'amministrazione Obama, e spingere per ulteriori protezioni che coprano le fonti di inquinamento atmosferico dell'industria petrolifera e del gas attualmente non regolamentate", ha dichiarato Lesley Fleischman di CATF."Sappiamo che questo è possibile perché è già avvenuto a livello statale in Colorado, dove gli standard sono in vigore dal 2014 e non hanno avuto un impatto negativo sulla produzione di petrolio e gas".

Per quasi un decennio, l'industria del petrolio e del gas ha promesso che avrebbe ripulito da sola il metano e l'inquinamento atmosferico tossico correlato", ha dichiarato Lauren Pagel di Earthworks.
Pagel. Ma, come abbiamo visto con le telecamere a infrarossi in tutto il Paese, non l'hanno fatto. Ora, con un nuovo amministratore dell'EPA e quando persino le filiali della Exxon chiedono una regolamentazione del metano, forse l'amministrazione Trump capirà il senso e fermerà la sua disastrosa riduzione delle misure federali di salvaguardia del metano proprio quando stanno per mostrare i risultati".

Messaggi correlati

Rimanete informati

Sign up today to receive the latest content, news, and developments from CATF experts.

"*" indica i campi obbligatori